Radio Città Fujiko»Notizie

Ambiente, dito puntato contro Errani

I fronti del malcontento sui temi ambientali nei confronti del presidente di Regione.


di Alessandro Canella
Categorie: Ambiente
Legambiente
Il banchetto di Legambiente contro il consumo di suolo

Piano rifiuti, consumo di suolo, dissesto idrogeologico. Diverse le accuse sui temi ambientali rivolte al presidente di Regione Vasco Errani da più fronti. Le associazioni modenesi presentano un esposto per l'alluvione, i grillini contestato lo stop al cemento dal 2050 e il piano rifiuti provoca malumori anche in maggioranza.

L'ambiente è il tallone d'Achille del governatore Vasco Errani. O almeno questo sembra a giudicare dai fronti di polemica aperti su questo tema. Dal pasticcio del piano rifiuti, che ha portato all'epurazione dell'assessore Freda e che provoca i mal di pancia dell'Idv, passando per la proposta di legge sul consumo di suolo, che prevede uno stop al cemento solo dal 2050, fino all'alluvione nel modenese, che ha spinto le associazioni ambientaliste a presentare un esposto per disastro ambientale contro lo stesso Errani e contro il presidente della Provincia di Modena.

Per quanto riguarda il piano rifiuti, l'Idv chiede da tempo di poter conoscere i dettagli del provvedimento che, a parte gli annunci pubblici sul superamento degli inceneritori, non è stato ancora discusso in Assemblea Legislativa. "Domani comincerà l'iter in commissione", fa sapere il consigliere del M5S Andrea Defranceschi, secondo cui la maggioranza non ha voluto portare il testo direttamente in aula per paura di essere sbugiardati.
"Non è vero che si smantelleranno gli inceneritori - osserva il grillino - sono appena stati concessi alcuni ampiamenti, come per l'inceneritore di Modena". Più verosimilmente, secondo Defranceschi, in regione arriveranno rifiuti da altre zone d'Italia, dal momento che le capacità degli incerenitori emiliano-romagnoli sono sovradimensionate rispetto alle necessità del territorio.

Il consigliere pentastellato critica Errani anche per quanto riguarda il tema del consumo di suolo. Il progetto di legge regionale presentato dalla maggioranza prevede uno stop al cemento a partire dal 2050. "Allora l'unica cosa a non essere cementificata saranno probabilmente i Giardini Margherita a Bologna", ironizza Defranceschi.
Sulla questione è intervenuto anche il blog di Beppe Grillo, dove è stato pubblicato un video in cui lo stesso governatore emiliano, nel campagna elettorale del maggio 2010, affermava perentoriamente: "Basta consumare territorio in questa regione. Investire sulla riqualificazione urbana, sugli spazi, ma il territorio è una risorsa finita".
E proprio sul consumo di suolo, ieri, Legambiente ha effettuato un blitz in viale Aldo Moro, in cui sono stati esposti alcuni prodotti enogastronomici tipici della regione, ma completamente neri, a testimonianza dell'effetto che potrebbe produrre la continua cementificazione.

La stessa Legambiente, insieme a Wwf e altre associazioni ambientaliste, è protagonista di un'azione - ancora una volta contro Errani, ma anche contro il presidente della Provincia di Modena Emilio Sabattini - per la recente alluvione nel modenese. L'esposto che verrà presentato ha accuse forti come il disastro ambientale e quello colposo. Secondo le associazioni, Errani e Sabatini avevano firmato protocolli d'intesa per la tutela del territorio che sono stati disattesi. In particolare l'accordo di pianificazione a variante del Ptcp della provincia di Modena sottoscritto da Errani e Sabattini nel febbraio del 2008, che prevede di prevenire sulla base dell'accordo preliminare del 2004 stipulato con l'Autorità di Bacino del fiume Po il rischio idraulico per quanto riguarda l'assetto idrogeologico del territorio.
Proprio il presidente dell'Autorità di Bacino, nei giorni scorsi, ha relazionato in Assemblea Legislativa, affermando che per mettere in sicurezza il fiume Secchia servono 50 milioni di euro. "Io ne ho trovati subito 15 - commenta Defranceschi - Sono i soldi dei rimborsi elettorali per i partiti emiliano romagnoli".

Il video con le promesse elettorali di Errani:


Ascolta l'intervista ad Andrea Defranceschi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]