Radio Città Fujiko»Notizie

Aldrovandi: ordine d'arresto per gli agenti condannati

Notificato ai 4 agenti che hanno ucciso Federico Aldrovandi l'ordine di arresto


di Alessandro Canella
Zona-del-silenzio_h_partb.jpg
L'immagine di copertina del fumetto sul caso Aldrovandi firmato da Checchino Antonini e Alessio Spataro

Dopo la sentenza definitiva per l'omicidio di Federico Aldrovandi, i 4 agenti condannati sono stati raggiunti dall'ordine d'arresto. Probabilmente non andranno in carcere, ma usufruiranno di misure alternative. Intanto ha superato le 100mila firme l'appello della famiglia.

Sono rimasti in servizio per tutti questi sette lunghi anni gli agenti che la notte del 25 settembre 2005 fermarono Federico Aldrovandi e ne provocarono la morte a forza di manganellate. Sono rimasti in servizio durante tutti gli anni del processo a loro carico e anche qualche settimana dopo la sentenza definitiva di colpevolezza.

La notizia, che segna anche la fine di una lunga vicenda per la famiglia Aldrovandi, riguarda la consegna dell'ordine di arresto nei loro confronti, che finalmente è arrivato.
Gli avvocati della difesa hanno chiesto per i loro assistiti la possibilità di usufruire di misure alternative al carcere e probabilmente gli agenti sconteranno i sei mesi della pena in una comunità o svolgendo attività socialmente utili.

Intanto l'appello lanciato dalla famiglia ha superato le 100mila firme. La petizione chiede che le forze dell'ordine che si macchiano di reati così gravi non possano restare in servizio e non indossino più una divisa. Altro punto dell'appello è la richiesta dell'introduzione del reato di tortura, che l'Europa ci chiede dal 1987 e che continua a mancare nel nostro ordinamento giudiziario.


Ascolta l'intervista al giornalista Checchino Antonini

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]