Radio Città Fujiko»Notizie

Aldrovandi: condanne anche per i depistaggi

La Corte d'Appello condanna due poliziotti che hanno ostacolato l'indagine sul caso Aldrovandi


di Alessandro Canella
aldrovandi--400x300.jpg

Confermata la condanna in appello ai due poliziotti della questura di Ferrara che tentarono di depistare e insabbiare le indagini sull'uccisione di Federico Aldrovandi.

La Corte d'Appello di Bologna ha confermato le condanne emesse in primo grado contro due poliziotti della questura di Ferrara che tentarono di depistare le indagini sulla morte di Federico Aldrovandi.
Dopo la condanna definitiva ai quattro agenti che lo uccisero di manganellate, avvenuta la settimana scorsa, si aggiunge un altro tassello al mosaico di quanto accadde quella tragica notte del 25 settembre 2005.

I condannati del cosiddetto processo "Aldrovandi bis" sono Marcello Bulgarelli, quella notte in servizio alla centrale operativa, e Marco Pirani, ispettore di polizia giudiziaria.
Il primo interruppe la registrazione della telefonata con gli agenti che avevano fermato e ucciso Federico e per questo è stato condannato a 10 mesi di carcere. Il secondo non inserì nel fascicolo del pm il registro delle telefonate arrivate al 113. 8 i mesi di reclusione comminati per lui.

Soddisfazione è stata espressa dalla famiglia Aldrovandi che, con questa sentenza, ricostruisce un pezzo di verità sulla morte di Federico. "Ora chi sa parli", chiede la mamma, Patrizia Moretti.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]