Radio Città Fujiko»Notizie

2 agosto: "Allontanare dalle Istituzioni chi favorì il terrorismo"

La richiesta del presidente dei famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna.


di Alessandro Canella
Categorie: Storia
orologio 2 Agosto
l'orologio della stazione fermo alle 10.26 del 2 Agosto 1980

Paolo Bolognesi, nel suo discorso alla commemorazione delle vittime della strage del 2 agosto, torna a chiedere che vengano cambiati i vertici dei servizi segreti e spera che venga allontanato dalle Istituzioni chi "anche solo a causa della sua inerzia favorì il terrorismo".

LEGGI ANCHE: 2 agosto: Bologna non dimentica

Il discorso di Paolo Bolognesi. Il presidente dei famigliari delle vittime si è concentrato sui provvedimenti presi dal governo, come la desecretazione dei documenti relativi alle stragi e la legge che introduce nel codice penale il reato di depistaggio, in discussione in Parlamento. Speranze, poi, per la legge 206 sui risarcimenti ai famigliari delle vittime, attuata in parte e auspicabilmente da completare entro quest'anno.
Bolognesi ha poi avanzato alcune richieste forti e decise: "E' necessario un cambio ai vertici dei servizi segreti", perché tra loro c'è chi ha coperto, insabbiato e depistato. Allo stesso modo, Bolognesi parla delle istituzioni, chiedendo di allontanare da esse chi, anche solo per inerzia, ha favorito il terrorismo.
Il presidente dei famigliari ha poi ricordato anche due magistrati. Il primo è Mario Amato, ucciso dai Nar, grazie al cui lavoro si è potuti arrivare alle sentenze di condanna per la strage alla stazione di Bologna. Il secondo è Nino Di Matteo, che conduce con coraggio l'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia e che, afferma Bolognesi, non va lasciato solo.
Infine un messaggio di speranza: "Il silenzio e l'oblio non vinceranno mai su giustizia e verità".

Il discorso di Virginio Merola. Breve il discorso del sindaco, che si è concentrato sull'affetto verso i famigliari delle vittime e sul senso di comunità. "Torniamo a sentirci una comunità con la presenza a questa manifestazione", ha affermato Merola, che sottolinea come siano stati gli Enti Locali ad aver reagito di fronte alle coperture e ai depistaggi che venivano compiuti dallo Stato centrale.
Il discorso del sindaco si è concluso sottolineando il filo della memoria che, da quel terribile 2 agosto 1980, è arrivato ai giorni nostri grazie all'impegno verso gli studenti.


Alcuni passaggi del discorso di Paolo Bolognesi

Il discorso di Virginio Merola

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]