Radio Città Fujiko»Notizie

A Bologna La France Insoumise per discutere dei gilet gialli

L'iniziativa di Rifondazione Comunista e Partito Comunista dei Lavoratori.


di redazione
Categorie: Movimento, Politica
GiletGialli.jpg

“Gilet gialli: dal caro benzina alla lotta di classe?” è il titolo dell'iniziativa di Rifondazione e Pcl prevista per domani, sabato 2 marzo. A Bologna arriva una consigliera regionale di La France Insoumise, il partito di Mélenchon, per riflettere insieme alla sinistra radicale italiana del discusso movimento sociale francese.

In poche settimane sono diventati l'incubo del presidente francese Emmanuel Macron, già in crisi di consenso. Di loro si è detto di tutto e di più, evidenziandone le contraddizioni e le infiltrazioni politiche di segno opposto. Addirittura il M5S ha tentato di utilizzarli come arma propagandistica verso le elezioni europee.
Sono i gilet gialli, il movimento spontaneo nato in Francia pochissimi mesi fa da una rivendicazione contro il caro-carburante e in brevissimo tempo balzato alle cronache di tutto il mondo.

Proprio di gilet gialli si discuterà domani pomeriggio, sabato 2 marzo, alle 17.30 al Circolo "Barricata71" in via Sant'Isaia 71 in un'iniziativa promossa da Rifondazione Comunista e dal Partito Comunista dei Lavoratori di Bologna. Il titolo dell'incontro segnala l'attenzione che dall'Italia il movimento francese ha suscitato nei partiti della sinistra radicale: “Gilet gialli: dal caro-benzina alla lotta di classe?”.

L'iniziativa, però, non sarà una mera speculazione nostrana su ciò che avviene oltralpe, ma sotto le Due Torri arriverà Bénédicte Monville, consigliera regionale di La France Insoumise, il partito di Jean-Luc Mélenchon che più di ogni altro ha sostenuto e incoraggiato il movimento spontaneo francese. Monville si confronterà con Francesco S. Massimo, dottorando in Sociologia a Sciences Politiques a Parigi e membro del desk di Jacobin Italia, Marta Positò del PCL Bologna e Stefano Grondona, segretario di Rifondazione Comunista Bologna.

“La posizione critica e di rottura da parte dei questa organizzazione rispetto alle politiche anti-austerity delle istituzione Ue e la necessità di costruire una alternativa rispetto al sistema di governance, che caratterizza il funzionamento dell'Unione Europea – si legge nel comunicato dell'iniziativa - incontrano posizioni del tutto simili in alcuni soggetti politici italiani”.
Di qui, l'occasione per “affrontare un dibattito caratterizzato da posizioni, spesso differenti, allo scopo di rilevare quale ruolo stiano svolgendo i gilet gialli e come provare a trarre utili conclusioni per le lotte del nostro territorio”.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]